SEI IN > VIVERE MONZA > ATTUALITA'
comunicato stampa

Edilizia scolastica 2022-2023 e non solo: il report della Provincia di Monza e della Brianza

13' di lettura
30

Sicurezza edifici scolastici
Un nuovo anno scolastico è alle porte, e per la Provincia di Monza e della Brianza è occasione per fare il punto sulla situazione delle scuole superiori di secondo grado del territorio, che quest’anno sono state interessate da diversi interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria e da molteplici progetti finanziati con i fondi del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR), e non solo.

Per quanto riguarda gli interventi di manutenzione programmata e quelli straordinari, secondo le stime dei tecnici da settembre 2022 sono stati condotti lavori per un ammontare pari a 803.000 € (di cui 150.000 € per le riparazioni eccezionali). Una spesa che consentirà a studenti e personale scolastico di rientrare a scuola in sicurezza dopo gli eventi meteorologici estremi verificatisi a fine luglio.

Gli istituti interessati dagli interventi sono stati diversi:

  • il M. Gandhi di Besana Brianza (20.000€), con manutenzioni varie, pulizia delle coperture e la verifica delle attrezzature sportive;
  • il I. Versari di Cesano Maderno (60.000€), presso cui sono state svolte manutenzioni varie su serramenti e interventi idraulici, l’ampliamento del sistema di scarico delle acque meteoriche in copertura e sistemazione del corpo principale, la sostituzione e l’ampliamento dell’impianto di scarico al piano interrato e la creazione di una rampa per persone con disabilità per l’accesso alle aule al piano interrato;
  • l’E. Majorana di Cesano Maderno (60.000 €), con similmente manutenzioni varie su serramenti e interventi idraulici, e inoltre l’installazione di inferriate su tutti gli ingressi al piano terra, la creazione di una nuova aula, con annesso mascheramento delle tubazioni del riscaldamento con cartongesso e tinteggiatura, la sostituzione di porte dei bagni ammalorate su tutto l’istituto (intervento, questo, ancora in corso);
  • il E. Fermi di Desio (24.000 €), che ha richiesto il risanamento delle aule segnalate dall’ASL e la riparazione dei canali di gronda, oltre che riparazioni varie;
  • il E. Majorana di Desio (40.000 €), che ha necessitato, fra l’altro, del rifacimento dei laboratori di chimica e dell’ampliamento di un’aula al primo piano, oltre che della sostituzione di vetri rotti in diverse aule;
  • il A. Modigliani di Giussano (21.000 €), in cui sono stati effettuati lavori di manutenzione e la riparazione delle pompe fognarie al piano interrato in zona laboratori;
  • il L. Castiglioni di Limbiate (60.000 €), che ha necessitato, oltre che di manutenzioni ordinarie, anche del rifacimento della guaina di collegamento terrazzo di Villa Pusterla, il ripristino degli intonaci di alcuni frontalini di copertura, la riparazione di un’infiltrazione in un’aula al secondo piano di un edificio, lo smaltimento delle macerie presenti nel cortile e il collegamento e la predisposizione di una nuova linea del gas per 2 serre;
  • l’E. Morante di Limbiate (100.000€), presso cui sono state svolte manutenzioni varie, ma soprattutto il rifacimento del linoleum della palestra al piano interrato e puntualmente in alcune aule e corridoi, tinteggiature varie in alcuni uffici e al piano interrato della sede centrale, la riparazione di diverse infiltrazioni nella sede centrale, e infine la messa in funzione dei pennoni porta bandiere;
  • l’Europa Unita di Lissone (51.000 €), dove gran parte della spesa è stata convogliata in diversi lavori di manutenzione e nel rifacimento dell’impianto di scarico del gruppo bagni;
  • il G. Meroni di Lissone (45.000 €), che ha necessitato del rifacimento dell’impianto di scarico dei bagni e della guaina in copertura su una porzione del fabbricato, oltre che la riparazione di alcune infiltrazioni nell’edificio falegnameria;
  • il L. Milani di Meda (sede centrale) (30.000 €), dove oltre a manutenzioni varie su serramenti e interventi idraulici, è stato portato avanti il rifacimento della pavimentazione in linoleum dell’ingresso al piano terra e la sostituzione dei serramenti all’ingresso e in un’aula;
  • la succursale del L. Milani di Meda (25.000 €), con in particolare lavori di rinforzo dei serramenti nelle aule al primo piano e la messa in sicurezza attraverso l’installazione di parapetti e la posa di angolari antiscivolo sui gradini di ingresso al piano terra, più la sostituzione di diversi vetri rotti nelle aule;
  • il P. Hensemberger di Monza (60.000 €), che ha visto effettuati i lavori di rifacimento della linea fognaria principale di collegamento ai piani, la pulizia delle coperture e la sostituzione delle veneziane, oltre che della consueta manutenzione ordinaria e interventi idraulici;
  • il M. Bianchi di Monza (28.000 €), con manutenzione, pitturazione delle aule e posa delle pannellature anti riverbero in un’aula, il ripristino della recinzione e la pitturazione del parcheggio dei motorini, oltre che la pulizia delle coperture dell’edificio;
  • il P. Frisi di Monza (25.000 €), in cui sono stati portati avanti, oltre alla manutenzione ordinaria, anche i lavori di rifacimento dei camminamenti esterni lato auditorium e in zona del cortile palestra, la pulizia dei canali e annesso controllo delle gronde presso la succursale, e la riparazione della pavimentazione e delle soglie in aula docenti;
  • il E. Ferrari di Monza (20.000 €), dove è stata effettuata manutenzione ordinaria e vari interventi idraulici, il rifacimento dell’impianto di scarico del gruppo bagni, la pulizia della guaina in copertura su una porzione del fabbricato, la verifica statica dei plafoni di alcune aule paino primo, e la sostituzione del boiler del bar;
  • l’A. Olivetti di Monza (25.000€), con manutenzioni varie su serramenti e interventi idraulici, la posa di nuove zanzariere e il rifacimento della pavimentazione dei bagni e ripristino della pavimentazione dove necessario;
  • il C. Porta di Monza (21.000 €), che ha visto effettuati lavori di manutenzione varia su serramenti e interventi idraulici, il rifacimento della linea fognaria esterna ai bagni della segreteria e la sostituzione e riparazione di tapparelle;
  • il A. Mapelli di Monza (8.000 €), che ha richiesto solo manutenzioni varie sui serramenti e interventi idraulici;
  • il B. Zucchi di Monza (40.000 €), che ha necessitato di manutenzioni varie su serramenti e interventi idraulici, il rifacimento dell’impianto di scarico del gruppo bagni, la verifica e la messa in sicurezza di una facciata;
  • il M. L. King di Muggiò (5.000 €), dove è stato effettuato il ripristino dell’intonaco dei plafoni, oltre a manutenzione ordinaria e interventi idraulici;
  • Il P. Levi e M. Bassi di Seregno (23.000 €), con la realizzazione di nuovi spazi per il Bassi e vari idraulici e di manutenzione ordinaria;
  • il G. Parini di Seregno (12.000 €), dove oltre a manutenzione varia è stata effettuato il ripristino dell’ingresso di via Gramsci.

Oltre agli interventi di manutenzione edile, tutti gli istituti scolastici sono poi stati oggetto di molteplici interventi di manutenzione e ripristino degli impianti elettrici presenti (sostituzione lampade, messa in opera luci LED, interventi di verifica impianti fotovoltaici, verifiche messa a terra, riparazione o sostituzione circuiti, ecc.), interventi che nel biennio 2022/23 hanno comportato una spesa complessiva pari a 320.000 euro.

Grazie ad economie derivanti da quadri economici di lavori già completati, finanziati da fondi regionali o ministeriali, l’ufficio tecnico provinciale ha progettato una serie d’interventi dal valore complessivo di 1,4 milioni di euro, mirati su alcune strutture:

  • un intervento di relamping presso gli istituti I. Versari di Cesano Maderno e M. Gandhi di Besana Brianza, dove è stata effettuata la sostituzione dell’illuminazione tradizionale esistente (a fluorescenza, incandescenza o alogena) in favore di apparecchiature a LED di ultima generazione e a basso consumo;
  • presso i medesimi istituti, è avvenuta la posa di sistemi oscuranti per combattere il fenomeno del soleggiamento;
  • impiego di sensori che monitorano la qualità dell’aria presso la sede centrale del Liceo B. Zucchi di Monza, per combattere il fenomeno dell’inquinamento degli ambienti chiusi, riducendo particolati, polveri ultrasottili, COV (Composti Organici Volatili) spore, muffe, aldeidi, allergeni e funghi, e favorire l’adozione di buone pratiche di aerazione;
  • infine, l’Omnicomprensivo di Vimercate è stato interessato dalla posa del nuovo manto di copertura della palestra e degli spazi di pertinenza.

Un approfondimento a parte merita proprio l’Omnicomprensivo di Vimercate, interessato da un progetto di risistemazione più ampio delle sue 4 componenti scolastiche (Einstein, Banfi, Vanoni e Floriani), che ha portato, oltre che al rifacimento della copertura dell’intero complesso, anche alla messa a norma ai fini antincendio dell’auditorium (una sala dalla capienza massima di 400 persone, per il cui uso è aperto un confronto con il Comune di Vimercate) e alla costruzione di un nuovo edificio, la cui fine lavori è ormai prossima. In totale, per tutta questa serie d’interventi, sono stati impiegati fondi pari a circa 3.393.000 €.

Nel corso del presente anno si è dato inoltre il via alla collaborazione tra la Provincia MB ed il Politecnico di Milano finalizzata allo studio e redazione di un importante ed ambizioso progetto di riqualificazione dell’Omnicomprensivo, che mira alla trasformazione funzionale dell’intero complesso scolastico mediante una rivisitazione degli spazi aperti e chiusi concepita sul modello del campus universitario. Una prima presentazione del progetto preliminare a dirigenti scolastici, docenti, delegati degli studenti e rappresentanti dell’Amministrazione Comunale di Vimercate è stata effettuata a gennaio 2023, e ulteriori momenti di confronto ed approfondimento seguiranno nel corso del nuovo anno scolastico.

Sulla scia di questo sforzo per migliorare sempre più la vita della popolazione studentesca del territorio, così come già fatto a settembre 2022 per il Liceo C. Porta di Monza, anche quest’anno la Provincia MB inaugura il nuovo anno scolastico consegnando alla comunità una nuova struttura da destinare a succursale. Si parla qui del Liceo B. Zucchi di Monza, la cui sezione musicale domani potrà iniziare le lezioni nella nuova sede in via Marsala, un investimento da parte dell’amministrazione provinciale di circa 6,49 milioni di euro (oltre IVA). Prende qui forma un vero e proprio polo scolastico che ospiterà l’unico liceo musicale della Provincia di Monza e della Brianza, un’eccellenza scolastica del nostro territorio. La nuova sede ospiterà 5 aule didattiche e ben 18 spazi destinati alle diverse attività musicali. Nel polo sarà poi presente un auditorium da 150 posti, studiato appositamente per diventare una sala della musica, che potrà inoltre diventare fruibile in orario extra-didattico per tutta la cittadinanza: se le risorse destinate a traslochi e nuove forniture degli arredi scolastici sul territorio provinciale nel 2022-23 è stata di quasi 70.000 euro, 46.000 di essi sono stati interamente destinati proprio al neonato auditorium. Questa operazione riqualifica peraltro l’area ex-CGS, una vasta zona industriale del Comune di Monza in disuso, ridando così slancio al tessuto economico-sociale della zona.

L’impegno della Provincia di Monza e della Brianza nei confronti dei suoi studenti prosegue anche per quanto riguarda i progetti finanziati da investimenti PNRR, nei quali l’amministrazione provinciale ha da subito puntato, intuendo la grande possibilità che avrebbero rivestito per il territorio e in particolar modo per le scuole. Per questo motivo, la Provincia stessa non si è limitata a fungere da ente attuatore ma ha anche cofinanziato gli interventi in circa un quarto della spesa complessiva: su un totale importo degli interventi di 39.000.000 €, la Provincia ha assicurato una spesa di 10,2 milioni di euro, mentre la restante parte (28,8 milioni di euro) è finanziata coi fondi del PNRR.

Sulle 30 istituzioni scolastiche secondarie di secondo grado presenti sul territorio provinciale, la Provincia MB avvierà nell’anno 2023 interventi su 19 di queste, andando a impattare quindi circa il 62% della popolazione scolastica territoriale complessiva (che quest’anno si attesta a 32.206 studenti, dato in linea col numero di iscrizioni dell’anno scorso). Nel pieno rispetto delle scadenze previste dalle “regole” dei finanziamenti PNRR, tutti gli interventi risultano appaltati e tutti vedranno l’avvio dei lavori nella corrente annualità 2023.

In particolare, gli interventi che la Provincia sta realizzando con fondi PNRR sono:

  • la realizzazione della nuova sede dell’Istituto L. Milani di Meda e dell’Istituto IIS Floriani di Vimercate, i cui lavori inizieranno nel 2023, per un investimento complessivo di più di 8 milioni di euro per il Milani e di 10,7 milioni di euro per il Floriani;
  • adeguamento di 14 scuole alla normativa antincendio;
  • sistemazione di 7 coperture per risolvere fenomeni di infiltrazione e allagamenti;
  • realizzazione di nuovi spazi didattici, in particolare di nuove aule e laboratori per l’IIS Mosè Bianchi di Monza (440 mila euro), e di una nuova tensostruttura ad uso palestra per l’IIS ITCSPACLE E. Morante (975 mila euro);
  • interventi di miglioramento e adeguamento sismico dell’IIS Europa Unita di Lissone e del Marie Curie di Meda.

Sulla scia del fermento generato dagli investimenti PNRR, la Provincia MB si è inoltre fatta promotrice di nuove sinergie con una pluralità di soggetti pubblici e privati, al fine di contribuire attivamente alla promozione ed al raggiungimento degli obiettivi trasversali del PNRR, le cui priorità sono la transizione ecologica e digitale e il recupero dei ritardi che storicamente penalizzano il Paese, relativi ai giovani, alla parità di genere e al divario territoriale. Fra questi progetti, già presentati nel corso dell’anno, troviamo il Protocollo d’intesa con l’Associazione Disabili Visivi ONLUS, siglato a marzo 2023, e la realizzazione del Laboratorio BuroPratico, partito in primavera come progetto pilota presso l’IT Levi di Seregno. Da quest’ultimo, conclusosi a giugno scorso con un ottimo feedback da parte degli studenti, sono poi derivati due ulteriori protocolli d’intesa, il primo con l’Ordine degli Ingegneri e CROIL (Consulta Regionale Ordini Ingegneri Lombardia), il secondo con il Comune di Limbiate e il Politecnico di Milano, volti alla valorizzazione della Brianza attraverso un percorso di dialogo e collaborazione con le amministrazioni comunali e con gli ordini professionali del territorio, entrambi portatori di preziose informazioni.

“Il ruolo propositivo e attivo della Provincia MB che si evince da questi dati – commenta il Presidente Luca Santambrogio è simbolo di un territorio che vuole crescere e assicurare ai propri ragazzi e alle generazioni future ambienti scolastici di qualità e una capillarità di servizi che traghetti la Brianza verso i modelli educativi del futuro sfidando i migliori esempi europei, ai quali a mio avviso ci stiamo già avvicinando. Penso in particolar modo all’offerta formativa diversificata che il nostro territorio già offre, testimoniata dai diversi corsi di formazione professionale di rilievo attivati da AFOL MB presso il CFP Pertini di Seregno e il CFP Terragni di Meda, che domani il Prefetto di Monza e Brianza, la dott.ssa Patrizia Palmisani, avrà modo di visitare. La valorizzazione del nostro patrimonio scolastico è quindi un tassello fondamentale del lavoro quotidiano della Provincia – anche per questo abbiamo creato un settore ad hoc dedicato ai progetti PNRR, per assicurare le migliori performances possibili e l’acquisizione di competenze specializzate, un’intuizione che già quest’anno darà i suoi primi frutti. Felici di poter vedere riconosciuto il lavoro già svolto, sarà quindi un piacere e un privilegio inaugurare questo nuovo anno scolastico insieme al Ministro dell’Istruzione e del Merito, l’onorevole Giuseppe Valditara, che nelle prossime settimane dovrebbe venire in visita alla nuova sede all’avanguardia del Liceo Musicale Zucchi di Monza. Ed è ribadendo questo nostro impegno, che và a sommarsi a quello ordinario di programmazione scolastica, manutenzione e miglioramento della vita di studenti, docenti e personale, che desideriamo augurare a loro e a tutte le famiglie buon inizio anno scolastico 2023-2024”.



Sicurezza edifici scolastici

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 11-09-2023 alle 16:47 sul giornale del 12 settembre 2023 - 30 letture






qrcode