Lombardia, una legge per il comparto dello spettacolo

2' di lettura 24/03/2022 - “Gli operatori dello spettacolo sono stati tra i più colpiti dall’emergenza sanitaria e dalla successiva crisi economica e sociale. Sostenerli è un dovere morale, ma significa anche garantire posti di lavoro, soprattutto per le fasce più giovani della popolazione, e riconoscere la loro funzione sociale e di servizio, anche turistico”.

Con queste parole la relatrice Claudia Carzeri (Forza Italia) presenta la proposta di legge “Interventi per la valorizzazione delle imprese di intrattenimento da ballo e istituzione del riconoscimento ‘Locale da ballo storico’” che è stata approvata oggi a maggioranza (con astensione di PD e M5S) dalla Commissione Attività Produttive, presieduta da Gianmarco Senna (Lega).

L’impianto normativo intende garantire misure di sostegno – attraverso risorse regionali e bandi specifici - a un settore che a causa della pandemia provocata dal Covid ha, di fatto, azzerato il proprio fatturato con una perdita di posti di lavoro a livello nazionale di oltre 3mila unità rispetto al 2019 e la chiusura, nella sola Lombardia, di 27 imprese. “Sono numeri drammatici, che hanno reso necessario un intervento normativo di supporto all’intero comparto, nato d’intesa con Confesercenti Lombardia e, in particolare, con SILB-FIPE, la loro associazione per i locali di intrattenimento da ballo e di spettacolo”, commenta Claudia Carzeri.

Sono quattro i cardini della legge: la promozione e la diffusione della cultura del divertimento sicuro; l’attivazione di percorsi di formazione per il personale che lavora nel settore dell’intrattenimento; l’aggiornamento degli impianti, degli arredi e della dotazione tecnologica dei locali; lo sviluppo dell’attrattività del territorio lombardo nel settore turistico con lo stanziamento di 1 milione e mezzo di euro sul triennio 2022/2025.

“L’obiettivo di questa legge, però, non è solo economico, precisa Claudia Carzeri. È anche sociale: vogliamo accompagnare le aziende del comparto del divertimento in un percorso di miglioramento, supportando il lavoro degli imprenditori che contribuiscono a diffondere la cultura del divertimento ‘sano’ anche attraverso campagne di comunicazione contro l’abuso di alcolici, l’uso di sostanze stupefacenti e per la prevenzione degli incidenti stradali. Questa è una legge pensata per le attività che lavorano secondo criteri etici e per garantire ai nostri giovani, anche loro colpiti duramente dalle restrizioni imposte dalla pandemia, momenti di divertimento belli, sereni e sicuri”.

La legge, infine, intende promuovere le imprese storiche, cioè quelle che operano nel settore da almeno venticinque anni, attraverso l’istituzione di un apposito elenco.

Il provvedimento sarà portato in Aula martedì 12 aprile.


da Consiglio Regionale della Lombardia





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 24-03-2022 alle 17:11 sul giornale del 25 marzo 2022 - 106 letture

In questo articolo si parla di spettacoli, milano, lombardia, comunicato stampa, Consiglio Regionale della Lombardia, Consiglio Regionale Lombardia

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/cULo





logoEV